Domanda:
Quali scrittori di cibo porti a letto?
FordBuchanan
2010-07-18 14:55:18 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quali libri di cucina (e penso libri su cibo e cucina piuttosto che libri di ricette) trovi sul comodino piuttosto che sugli scaffali della cucina?

McGee on Food e Cooking: An Encyclopedia of Kitchen Science, History and Culture continua a tornare indietro mentre risponde a tutte quelle domande sul perché qualcosa funziona o no;

Qualsiasi cosa di MFK Fisher di cui non mi stanco mai la sua prosa semplice e spiritosa e il suo puro amore per il cibo.

Possibile duplicato di http://cooking.stackexchange.com/questions/396/what-cook-books-do-you-always-come-back-to
Qualsiasi domanda che chiede agli utenti di creare un elenco di risposte (ad esempio sondaggi o elenco di X) dovrebbe essere make community wiki. Ho convertito questa domanda.
Lo considero uno stupido. La differenza è * decisamente * troppo sottile e soggettiva per farla risaltare.
Mia moglie ha un blog di cucina e quindi è una scrittrice di cibo
@Din bene, questa è probabilmente la risposta più in tema possibile a questa domanda.
@Dinah - Stavo aspettando che qualcuno dicesse che ...
Inoltre, come un precedente collegamento a McGee, questo collegamento è morto. Qualcuno sta cercando di intrufolarsi nel loro negozio di libri Amazon o qualcosa del genere?
Ri: il problema duplicato, questi libri non sono libri di cucina. Sono classificati meglio come "scrittura del cibo" e riguardano la storia, la nutrizione, la scienza e discussioni più sfumate sulla tecnica rispetto a un normale libro di cucina. Tendono ad essere ricette leggere o assenti e piene di storie personali, aneddoti, opinioni e discorsività generale non comuni a un normale libro di cucina.
Dieci risposte:
#1
+4
Treblekicker
2010-07-18 17:28:15 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Jeffrey Steingarten - L'uomo che ha mangiato di tutto e deve essere qualcosa che ho mangiato io

The New Yorker Anthology of Food Writing

Herve This - Molecular Gastronomy

#2
+4
Clean
2010-07-18 19:37:39 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Kitchen Confidential di Anthony Bourdain.

Solo se non hai intenzione di mangiare in un ristorante per colazione.
Solo se pensi che essere uno chef sia incompatibile con la sobrietà, la vita familiare, stare nello stesso posto per un periodo di tempo significativo, o non essere arrabbiato ... o se vuoi essere ispirato a sentirti in quel modo.
#3
+4
Daniel Bingham
2010-07-18 20:14:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Animal, Vegetable, Miracle di Barbara Kingsolver

In Defense of Food e Onnivore's Dilemma di Michael Pollan

Questi sono quelli su cui ho lavorato di recente.

Aggiungi * The Botany of Desire * di Pollan. È meno politico, ma più perspicace sul nostro rapporto con l'agricoltura di qualsiasi cosa io abbia mai visto.
#4
+1
Taeraresh
2010-07-22 00:32:46 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ruhlman, Bourdain e Steingarten, come altri hanno già detto. Anche il Fork It Over di Alan Richman è davvero buono, specialmente i capitoli sul barbecue e il declino delle specialità gastronomiche ebraiche.

#5
  0
Jackson
2010-07-19 00:37:47 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Attualmente, Michael Ruhlman. Ho adorato The Making of a Chef e sto lavorando a The Soul of a Chef . Ruhlman può essere un po 'snob quando si tratta di cucinare, ma ama il mestiere e quella passione traspare davvero nella sua scrittura.

Inoltre, consiglio vivamente Cod e Salt di Mark Kurlansky. Più storia che scrittura di cibo, ma entrambi sono assolutamente affascinanti.

#6
  0
Peter V
2010-07-21 03:15:21 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Adoro il blog di Old Foodie: http://www.theoldfoodie.com/ l'ho letto sul mio kindle prima di andare a dormire. E Bourdain. E Ruhlman.

#7
  0
VoutilaD
2010-07-21 07:00:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Anche se è piuttosto denso (e può aiutarti a farti addormentare), Food Politics di Marion Nestle fa un lavoro fantastico nell'osservare la relazione tra l'alimentazione e l'approvvigionamento alimentare del governo degli Stati Uniti e il grande spot industria alimentare.

Sebbene non sia un libro "gastronomico" che parla di piatti e ingredienti, aiuta a svelare la radice da dove proviene la maggior parte dell'educazione e della comunicazione sulla nutrizione negli Stati Uniti. Questo dà forma alla cultura del cibo e alla cucina per più di noi di quanto a volte pensiamo.

La nutrizione è diventata una cultura stessa e come tutte le culture ha una forte influenza sullo stile di cucina e sull'ispirazione.

Hai letto Dieta per un piccolo pianeta. Probabilmente è il libro che ha avviato la discussione.
#8
  0
Chris Cudmore
2010-07-21 19:06:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Heat, di Bill Buford, è una lettura fantastica.

#9
  0
Ian Turner
2010-07-21 19:59:11 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Questi potrebbero essere considerati libri di ricette o libri di viaggio, ma i due libri In serach of perfection di Heston Blumenthal sono entrambi letture affascinanti. Non sono sicuro che preparerò mai il peperoncino che ha bisogno di un'intera bottiglia di Jack Daniels, ma lo sforzo che puoi mettere nella creazione di ottimo cibo è davvero affascinante.

#10
  0
Tea Drinker
2010-07-26 16:53:13 UTC
view on stackexchange narkive permalink
  • Nigel Slater - Toast

    Strano, commovente e in qualche modo fa provare nostalgia al lettore per i crimini alimentari degli anni '70 .

  • Jeffrey Steingarten - L'uomo che mangiava tutto

    Tutto ma soprattutto il primo capitolo sui suoi tentativi di perfezionare l'arte di cuocere il pane.

  • Julie Powell - Julie & Julia

    Ti fa sentire un po 'più coraggioso nell'affrontare qualcosa di ambizioso.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 2.0 con cui è distribuito.
Loading...