Domanda:
Come si alimenta un lievito madre?
Elizabeth Schechter
2010-07-17 00:27:56 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Il libro di cucina che sto usando mi dice come preparare un lievito madre, ma non come nutrirlo dopo aver tolto quello che mi serve per il pane. Cosa faccio con lo starter una volta che ne ho usati alcuni? Non credo che lo userò tutto in una volta.

correlato: http://cooking.stackexchange.com/questions/931/how-can-i-bake-bread-using-a-mother-culture
Cinque risposte:
#1
+6
Darin Sehnert
2010-07-17 06:58:05 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Quando ho preparato e usato gli antipasti in passato, generalmente gli ho dato da mangiare 1/2 tazza d'acqua e 1/2 tazza di farina a giorni alterni. La sfida con gli antipasti a lievitazione naturale è che devi usarli regolarmente poiché il volume ovviamente aumenta se lo stai solo alimentando e non lo usi regolarmente. Ovviamente un amico, un familiare o un vicino potrebbe essere entusiasta che tu lo condivida con loro, ma poi di nuovo ... è un po 'come avere un animale domestico: devi mantenerlo nutrito!

Puoi sempre scartare una parte e nutrirla per mantenerla in vita. Uno spreco, sì, ma meglio che non nutrirlo o farlo diventare troppo grande per il contenitore.
#2
+5
Al Crowley
2010-07-20 17:25:37 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Nutro l'antipasto con una miscela 50-50 di acqua e farina. Di solito 1/2 tazza di acqua 1/2 tazza di farina per un piccolo contenitore. Puoi osservare il rapporto. Non è fondamentale renderlo perfetto.

Se tieni l'antipasto in frigorifero, puoi farla franca nutrendolo due volte a settimana a seconda del ceppo di lievito. Puoi farlo a occhio ... se l'antipasto inizia a sembrare brutto quando lo tiri fuori per nutrirlo, dovresti dargli da mangiare un po 'più spesso.

Una cosa che dirò è che puoi resuscitare un antipasto che sembra commestibile da tempo. Lo starter otterrà un liquido torbido sopra la pastella e svilupperà un odore molto forte se lo lasci andare troppo a lungo. La mia esperienza personale è che puoi versare il liquido acquoso e parte della pastella se necessario. Quindi aggiungere una buona dose di farina e acqua. Ci vorrà un po 'più del solito per ricostruire. Il lievito è una creatura molto resistente.

Generalmente quando ottengo uno strato di hooch (il liquido torbido / grigio), trovo che si mescola di nuovo quando porto lo starter nel caldo e si alza a temperatura ambiente. Anche se non lo fa, puoi semplicemente rimescolarlo. Non è necessario versarlo. Seguo questo principio con il mio attuale starter da circa 7 anni senza problemi.
#3
+3
Kyra
2010-07-17 01:18:04 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Devi solo aggiungere periodicamente altra farina e acqua per evitare che il lievito muoia. Puoi aggiungerne altri per sostituire. Non devi nutrire l'antipasto così spesso se lasci il tuo antipasto in frigorifero, ma poi devi lasciarlo riscaldare prima di usarlo.

Questo video è fantastico per aver mostrato come creare e mantenere il tuo antipasto.

#4
+1
Wad Cheber stands with Monica
2017-04-29 10:56:12 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Mantenere un antipasto:

Programma di alimentazione:

Come regola generale: una volta che il tuo antipasto è sano e attivo, spumeggia, si alza vigorosamente e ha un odore aspro, hai due opzioni :

  1. Se conservi lo starter a temperatura ambiente, devi somministrarlo due volte al giorno. Non aspettare che lo starter lievitato collassi prima della successiva poppata, perché altera i livelli di ph e può rendere meno attivi lievito e batteri. Ogni 12 ore, dagli da mangiare.

  2. Se conservi lo starter in frigorifero, puoi passare fino a una settimana tra una poppata e l'altra. Il freddo non ucciderà il lievito e i batteri, li rallenterà solo. Assicurati solo che lo starter non venga spinto in un punto molto freddo e non si congeli.

Il processo di alimentazione:

Mescola lo starter, rimuovi tutto ma 4 once di esso (puoi scartare il resto o usarlo per cuocere qualcosa). Alle rimanenti 4 once, aggiungi 4 once di farina e 4 once di acqua purificata o in bottiglia (il cloro nell'acqua del rubinetto fa male al lievito e ai batteri e la maggior parte dei filtri rimuove il cloro sapore , ma non tutto il cloro ). L'avviatore a temperatura ambiente riceve acqua a temperatura ambiente; l'antipasto refrigerato ottiene acqua tiepida. Mescolare fino a quando non rimane farina secca. Coprire con un coperchio non ermetico. Gli antipasti refrigerati devono rimanere a temperatura ambiente per diverse ore dopo l'alimentazione, in modo che lievito e batteri abbiano la possibilità di svegliarsi e mangiare.

Dopo aver tolto parte del tuo antipasto per cuocere il pane, dai da mangiare il resto come faresti normalmente, ma forse con un po 'più di farina e acqua del solito se ti rimangono meno di 4 once.

Questo può essere evitato pianificando in anticipo. Il giorno prima che vuoi cuocere, quando lo dai da mangiare, metti lo starter rimosso in una ciotola e dai da mangiare anche a quello. Il tuo lotto principale di antipasto non sarà esaurito e avrai un sacco di antipasto per la tua cottura.

#5
  0
Frankie
2010-07-20 11:39:35 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Non faccio lievito naturale quando fa caldo, spreca troppa farina. Nei mesi più freddi uso metà dello starter una volta alla settimana e poi aggiungo 1 tazza di farina e una tazza di acqua e osserva il mix, quando le bolle smettono di apparire (usa una ciotola di ceramica con un piano in vetro trasparente), formerà un altro lotto di impanare o versare metà della pasta e aggiungere 1 tazza di farina e 1 tazza di acqua. Questo rinfrescamento dello starter è correlato alla temperatura; più è caldo più velocemente agiscono i lieviti e più spesso deve essere rinnovato. Tengo il mio sul pavimento in una parte fresca della cucina. Se vedi il rosa nel tuo antipasto, lancialo e ricomincia.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 2.0 con cui è distribuito.
Loading...